RESISTENTE NEL TEMPO

Il trattamento di zincatura a caldo è la migliore soluzione per proteggere il metallo dalla corrosione perché garantisce una lunga durata nel tempo dei manufatti a prezzi estremamente competitivi.

Tale resistenza agli agenti esterni è dovuta al fatto che la lega di ferro e zinco che si forma sulla superficie del metallo si “sacrifica” in luogo dell’acciaio, assottigliandosi assai lentamente nel corso degli anni.

Trattandosi di una reazione metallurgica superficiale tra ferro e di zinco, la composizione chimica del metallo-base, la pulizia della superficie da trattare e la tipologia di zinco utilizzato sono 3 variabili fondamentali per ottenere una zincatura a caldo di ottima qualità, del tutto corrispondente alle specifiche internazionali ed alle esigenze della clientela.

 

CORRETTA PROGETTAZIONE

Queste variabili devono essere considerate sin dalla fase progettuale perché non tutto il ferro si zinca allo stesso modo (ad esempio: la presenza di aree grigio chiare e grigio scure all’interno dello stesso manufatto è causata principalmente dalla presenza di concentrazioni più o meno elevate di Silicio e Fosforo), gli acidi utilizzati per la pulizia del metallo prima della zincatura non rimuovono le sostanze di origine idrocarburica quali vernice, scritte varie, spray siliconici, etichette e colle, grasso, catramina, rivestimenti protettivi di varia natura.

 

LO ZINCO

Lo zinco utilizzato nel nostro impianto è quello avente il maggior grado di purezza: SHG 99,995. Superando il limite minimo imposto dalle normative internazionali, che fissano al 98% la percentuale di zinco presente nel bagno di zincatura, nella nostra vasca si trova il 99,2% di zinco!! A maggior prova della nostra attenzione verso la qualità finale della lavorazione.