Tecnologia

Il bagno di zinco è il cuore della zincatura caldo e merita un monitoraggio privilegiato nell’ambito del controllo di processo. Da alcuni decenni la nostra Azienda collabora con una rinomata Università italiana allo studio ed allo sviluppo della composizione chimica ottimale del bagno di zinco. Nel giro di pochi anni, quello che era un semplice rivestimento per proteggere il ferro dalla corrosione ambientale ha assunto i connotati di una rifinitura estetica pronta alla messa in opera, quando non addirittura un substrato chimico per l’ulteriore rivestimento di verniciatura.

Questi ed altri molteplici impieghi della zincatura a caldo hanno comportato, nel corso degli anni, una serie di ricerche per ottenere un prodotto capace di soddisfare tutte le esigenze della clientela ed, allo stesso tempo, in grado di aderire perfettamente ad ogni tipologia di materiale ferroso. La nostra Azienda è dotata di un quantometro (spettrometro ad emissione ottica) ovvero un sofisticato strumento per l’identificazione e la rapida determinazione quantitativa di elementi presenti in un campione di lega metallica.

A completamento dello sviluppo l’Azienda persegue una politica di scelta dei fornitori fra coloro che sono disposti a seguire la strada della ricerca di nuove tecnologie e della verifica dell’impatto ambientale che queste possono avere. Da qui l’esigenza di effettuare frequenti analisi di laboratorio a tutte le soluzioni di pretrattamento per verificare l’efficacia dello sgrassaggio, dell’impianto di recupero dell’acido di decapaggio e dell’impianto di rigenerazione del flussaggio.

Il controllo automatico della temperatura del forno di essiccazione, recentemente ampliato, riduce l’impatto termico fra il materiale da immergere ed il bagno di zincatura e limita le emissioni dei fumi bianchi. In questi reparti produttivi i manufatti vengono movimentati in automatico grazie alla recente installazione di un elaborato sistema di trasmissione comandi wi-fi che garantisce la regolarità del ciclo produttivo.

Nelle zincherie i manufatti appena zincati vengono depositati all’aperto, generalmente per ragioni di spazio, e questo favorisce la formazione della cosiddetta ruggine bianca, che è costituita prevalentemente da idrossido di zinco e in minima parte da ossido e carbonato. La nostra Azienda, al contrario, è dotata, unica in Italia, di un ampio e ventilato magazzino coperto, indispensabile a preservare i manufatti zincati dagli agenti atmosferici. Il nostro magazzino coperto per prodotti finiti è molto apprezzato dalla clientela che, a conferma di quanto indicato, preferisce mantenere stoccaggio e packing list presso le nostre strutture piuttosto che nelle proprie sedi.

Il controllo dell’intero processo aziendale è affidato al nuovo e potente software gestionale. Il controllo dei passaggi del ciclo di lavorazione è invece affidato all’altrettanto nuovo ed efficace software di produzione in cui, la trasmissione dei dati è affidata alla velocità delle fibre ottiche.